giovedì 3 maggio 2018

Clamoroso: La Raggi sfratta la Meloni e FdI dalla sede storica. Non pagavano da 15 anni! Cosa ne pensate?

Morosità dal 1972». Raggi ordina lo sfratto di Fratelli d’Italia dalla storica sede della Destra romana, in via delle Terme di Traiano a Colle Oppio, e i vigili urbani eseguono il blitz notturno: alle cinque del mattino di martedì, tronchesi alla mano, la polizia municipale entra nella sede che fu del Msi e mette i sigilli. Dopodiché scoppia il caos, con i rappresentanti di FdI ieri a raccolta davanti al cancello sigillato della sede per replicare all’accusa della sindaca con tanto di bollettini a testimonianza dell’avvenuto pagamento degli ultimi canoni d’affitto.
È il contrattacco di FdI che, ieri, ha portato alla formulazione di tre accuse alla Raggi. Le prime due, per diffamazione e abuso d’ufficio, saranno oggetto dell’esposto che sarà presento in procura nei prossimi con il sostegno dei bollettini. «Euro 161,16», versati sul conto corrente intestato a «Dipartimento 13 -Gestione patrimonio» con causale «canone annuale», si legge su una ricevuta con timbro postale del 22 giugno 2016. Lo stesso periodo in cui Comune, che chiedeva 990 euro come un locale commerciale, e FdI, che voleva fosse considerato come box, trattavano sull’entità del canone. «Noi non ci stiamo e faremo le nostre azioni legali - ha spiegato il capogruppo alla Camera di FdI-An Fabio Rampelli -. Denunceremo Raggi. Si è colpita FdI. Se abbiamo resistito a bombe e Brigate Rosse, certo non ci fermano questi...».
La terza accusa alla sindaca è di carattere politico e arriva a pochi giorni dalle elezioni municipali di Ostia che, molti prevedono, confluiranno in un ballottaggio tra Giuliana Di Pillo del M5S e Monica Picca, candidata del centrodestra sostenuta anche da FdI. «Virginia Raggi, l’incompetente sindaco di Roma, il peggiore della storia, ha sfrattato la destra romana», è l’incipit del post Facebook di Giorgia Meloni che sottolinea: «Pensi a ripristinare legalità e sicurezza nella città che amministra, se ne è capace, invece di coprirsi di ridicolo con battaglie ideologiche contro i suoi avversari solo perché è in difficoltà nella campagna elettorale per la presidenza del Municipio X». E a Meloni si uniscono i leader nazionali del centrodestra. Mara Carfagna, Renato Brunetta, Maurizio Gasparri, Raffaele Fitto, fino alla nota congiunta di Gianni Alemanno e Francesco Storace: «Atto illegittimo e vergognoso».
Campidoglio: «Confermiamo morosità»
Ma, giovedì, arriva la controreplica del Campidoglio. Che conferma il mancato pagamento dell’intera somma richiesta. Al momento, fanno sapere dal Comune, «la banca dati del Dipartimento Patrimonio certifica il versamento di quattro bollettini mensili da 13,43 euro negli ultimi quindici anni. Si invita a non diffondere notizie non supportate da riscontri oggettivi». «Auspichiamo che la prossima comunicazione da parte dell’on. Giorgia Meloni sia relativa al pagamento di quanto dovuto fino ad oggi, fosse anche solo per rispetto nei confronti dei cittadini romani», dichiara l’Assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative di Roma Capitale Rosalba Castiglione.

18 commenti:

  1. LA RAGGI HA FATTO BENE. SE TUTTI PAGASSIMO LE TASSE IL COMUNE AVREBBE PIÙ SOLDI PER SERVIRE MEGLIO I ROMANI.NON USATE LE VIOLENZE, MA RISPETTATE IL SUO IMPEGNO NEL SOCIALE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FACESSERO PAGARE ANCHE TUTTI GLI IMMIGRATI A CUI LA RAGGI HA DATO CASA. SE VOGLIAMO ESSERE PRECISINI COSI SIA

      Elimina
    2. MA VA A FATTELO STRONCARE ,MENZOGNERO!!!

      Elimina
    3. Posso assicurare il Signor Wekam,che se la Raggi ha dato casa agli immigrati,(e non)con "agevolazioni particolari" come asserisce,è perché evidentemente, la legge in vigore lo consente, e non l'ha fatta certo lei. Chieda ad altri sindaci di diversa fazione, e, senta cosa le diranno. Informarsi, prima di deliberare è d'obbligo...

      Elimina
    4. Hai capito la Meloncina...
      Pretende di pagare laffiin proporzione ai voti che prende!
      Mi ricorda un certo Fini... avrà parato da lui?

      Elimina
  2. Ogni volta che vengono colti con le mani nella marmellata per inadempienze, i Destronzi la mettono subito in caciara e accampano motivi di rivalsa politica, ma non evidenziano che per 15 anni hanno vissuto da "Scrocconi" ai danni del Comune di Roma...Si fa presto a gridare al complotto, ma non riescono neppure a dire una bugia infantile...La Raggi non deve dargliela Vinta, che imparino a vivere nella legalità e a comportarsi da persone civili...Braba Virginia e la sua Amministrazione!!!!

    RispondiElimina
  3. Per pagare gli avvocati c'è l'hanno i soldi.. Per pagare un affitto decente no... Che gente di merda

    RispondiElimina
  4. Nelle fogne devono stare e quello il loro posto Gente di merda anche la meloni con i suoi maiali nella spazzatura

    RispondiElimina
  5. La Raggi non ha fatto altro che il suo dovere.
    Non trovo alcun riscontro per le lamentele se non è dimostrato dai documenti.
    La proprietà va rispettata, e ancor di più quando appartiene al patrimonio degli Enti Pubblici, non potendo fare alcun favoritismo in quanto non di sua proprietà personale.

    RispondiElimina
  6. DICIAMO PURE CHE SE E' ARRIVATA L'ORA TUTTI IN DISCUTIBILMENTE TUTTI DEVONO PAGARE MA MI SEMBRA CHE NON è COSì LA RAGGI FA PAGARE CHI GLI PARE ANCHE TUTTI GLI EXTRACOMUNITARI E ZINGARI A CUI HA DATO CASA O CHE OCCUPANO BENI COMUNALI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MENZOGNERO SERIALE A PAGAMENTO, FOSSE PER ME IO FAREI CAUSA PE FDIFFAMAZIONE,,,,,,,

      Elimina
    2. Wekam.. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum..

      Elimina
  7. Dagli i.porti gli chiedono due spicci e manco li pagano, vogliono avere l'uso ma come garage..... Io sn di destra, spero che quanto scritti sopra sia vero
    E non una bufala e, nel caso, fdi subisca il frutto della loro superbia, come fu per la Josefa Idem all'epoca

    RispondiElimina
  8. Era scandaloso che chi professa politiche di giustizia sociale fosse poi il primo a non pagare un canone, di ridicola entità peraltro,da 15 anni ed oggi invece di chiedere scusa per l'inadempienza conclamata grida al complotto. Se rivogliono quella sede pagano da ora quanto il comune chiede loro, e prima ancora tutti i canoni arretrati con gli interessi legali.

    RispondiElimina
  9. Chiedono Legalità e onestà e poi sono i primi a non pagare e se li scopri gridano alla guerra politica Brava la Raggi anzi dovrebbe rimandargli uil maiale

    RispondiElimina
  10. Bella bionda per modo di dire PAGATE IL VERO DOVUTO prendetevi conto che siete gatti come noi cittadini comuni PAGATEEEEEEEE

    RispondiElimina