martedì 1 maggio 2018

RENZI NEI GUAI IL M5S VINCE LA CAUSA CONTRO IL PD PER L'EBETINO SI METTE MALE

“Il Tar di Firenze, con una sentenza articolata, ha dato ragione al Movimento 5 Stelle: il Comune deve consegnare al M5S gli scontrini e le ricevute delle spese di Matteo Renzi risalenti al tempo in cui era sindaco”. La comunicazione è arrivata direttamente dai gruppi parlamentari di Camera e Senato del M5S ed è relativa al periodo in cui Matteo Renzi era sindaco di Firenze. “La sentenza è chiara e inequivocabile: ‘L’accesso dei consiglieri comunali – si può leggere nel corpo del testo riportato dai 5 Stelle – è strumento di controllo e verifica del comportamento dell’amministrazione, in funzione di tutela di interessi non individuali, ma generali, e costituisce espressione del principio democratico dell’autonomia locale e della rappresentanza esponenziale della collettività’”. “Anche per questa ragione – continuano i parlamentari M5S – il Comune di Firenze è stato condannato al pagamento delle spese legali nei confronti di due consiglieri comunali del M5S che hanno fatto richiesta di accesso agli atti. Ora non ci sono proprio più scuse e il sindaco Nardella, piuttosto che difendere il suo capo Renzi, rispetti i cittadini italiani che vogliono sapere come Renzi ha speso i fondi pubblici, cioè i soldi di noi tutti”. I 5 Stelle, dopo la pronuncia del Tar, hanno deciso di recarsi con una folta delegazione di parlamentari lunedì prossimo a Palazzo Vecchio, per chiedere che le spese vengano rese note e tentare di risollevare il polverone sulla vicenda.


3 commenti:

  1. E,..., NON DITEMI CHE NON C'ENTRA! - LA CASA, IL DOMICILIO, E' SACRO E INVIOLABILE.
    IL DELINQUENTE CHE SI AZZARDA A VIOLARLO, PERDE OGNI E QUALSIASI DIRITTO.
    IL PROPRIETARIO, LEGITTIMAMENTE, DEVE DIFENDERE -COMUNQUE E SENZA INDUGI- SE' STESSO, I SUOI CARI E I SUOI BENI.
    SE IL DELINQUENTE RESTA FERITO O UCCISO, EVENTUALI DANNI CAUSATI, ADDEBITARLI AL SOGGETTO OPPURE AILA FAMILIA.
    MAI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE IL COSIDDETTO 'ECCESSO DI DIFESA'; GLI INCONTRI DI BOXE O ALTRI SPORT, SI ORGANIZZANO; IL PROPRIETARIO SORPRESO IN CASA, HA DIRITTO A DIFENDERSI, COMUNQUE E SUBITO!.
    MAI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE UN EVENTUALE RISARCIMENTO PRO DELINQUENTE.
    A QUEI "SAGGI" CHE SI PREOCCUPANO, NON ESISTE GENITORE DESIDEROSO DI TRASFORMARE CASA PROPRIA IN UN FAR WEST, METTENDO A REPENTAGLIO LA PROPRIA VITA E QUELLA DEI SUOI CARI. OLTRE AGLI IMMANCABILI DANNI, MATERIALI E PSICOLOGICI CHE NE DERIVANO.
    PERSONALMENTE ISTITUIREI UN PREMIO PER CHI IN CASI DEL GENERE, TROVA IL CORAGGIO -PERCHE' CE NE VUOLE!!- DI AFFRONTARE E ABBATTERE UN DELINQUENTE, USO ALLE ARMI, E NOTORIAMENTE VIGLIACCO E VIOLENTO; COME DIMOSTRATO IN DECINE DI CASI, IN CUI HANNO MASSACRATO ANZIANI, FINO AD UCCIDERE.
    BASTEREBBERO UNA DECINA DI CASI ESTREMI, PER SFOLTIRE IN MISURA RAGGUARDEVOLE LA SCHIERA DI DELIMQUENTI CHE BIVACCANO SUL NOSTRO TERRITORIO; ANCHE GRAZIE AI TERMINALI CHE SIEDONO IN PARLAMENTO, AHINOI, CHE, EVITANO ACCURATAMENTE LEGIFERARE IN MODO DECISO E CONVINCENTE, CONTRO LA CRIMINALITA'; PRO CITTADINANZA.

    RispondiElimina
  2. SE RENZI NON PARLA C'E' IL COPRIFUOCO FINCHE' 'NON ESCE DALLA PARANOIA l'ULTIMO GIAPPONESE DALLA GUERRA FREDDA FINITA E SEPOLTA !!!

    RispondiElimina
  3. Scusate, ma questa notizia gira giá da un annetto. A quest'ora avremmo giá dovuto seppellirlo.

    RispondiElimina