martedì 25 settembre 2018

Ultima Ora: Arrestato politico del PD per brogli elettorali! Condividete e fatelo sapere a tutti!

“Una vicenda gravissima che fotografa un modo di fare politica che condanniamo da sempre e che deve essere combattuto e cancellato.”
Così la deputata M5S Enrica Segneri in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook in riferimento all’arresto di Ettore Urbano.
“Arrestato per brogli elettorali Ettore Urbano in forze al PD,” – ha scritto – “ex consigliere della Regione Lazio, ex presidente dell’Ater, ex assessore provinciale alle politiche del lavoro, è stato arrestato con l’accusa di brogli elettorali nella sua ultima corsa per diventare sindaco nel comune di Piedimonte San Germano (FR).”

Ettore Urbano, primario al Pronto soccorso dell’ospedale «Santa Scolastica» di Cassino, è stato fermato nella mattina di lunedì 24 ed si trova ora agli arresti domiciliari.
Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti del commissariato di polizia e della squadra di polizia giudiziaria ed è stato emesso dal Gip di Cassino Gabriele Montefusco. L’inchiesta, coordinata dal pm Roberto Bulgarini Nomi, ha accertato l’alterazione di 59 schede elettorali in favore della lista «PiedimonteOra» avente 32 consensi, capeggiata dell’attuale sindaco Gioacchino Ferdinandi.
Dalle indagini della procura, si evince che le schede sarebbe state alterate per avere una motivazione valida per presentare ricorso elettorale al Tar, e per questo Urbano e i suoi complici avrebbero posto sulle schede un disegno geometrico all’interno del simbolo di tale lista.
Secondo quanto emerso dalle indagini, le schede elettorali sarebbero state falsificate quando si trovavano negli uffici del Comune prima di essere consegnate alla Prefettura di Frosinone.
L’inchiesta ha rivelato che oltre Ettore Urbano, su cui indagare ci sarebbero altri otto soggetti che a vario titolo sarebbero stati complici dell’accaduto. Per gli inquirenti Ettore Urbano, che avrebbe avuto il ruolo “di ideatore e istigatore del disegno criminoso”. Il sindaco di Piedimonte San Germano Gioacchino Ferdinandi non ha rilasciato alcuna dichiarazione, ma si è limitato a dire: “Non conosco ancora i contenuti dei provvedimenti.”

Nessun commento:

Posta un commento