lunedì 29 ottobre 2018

Il Governo Conte sta vincendo la guerra contro lo spread scatenato da Moscovici e Junker...



La buona notizia di oggi per il Governo Conte è che lo spread stamane è sceso sotto i 300 punti.
Dei giornaloni solo il Corriere della Sera dà evidenza a questo fatto, mentre gli altri ne danno notizia ma la derubricrano a una tra le tante: potete immaginare quale sarebbe stata la prima notizia nel caso contrario di innalzamento dello spread.
L’altra buona notizia per il Governo italiano – sottaciuta nei giorni scorsi dai giornaloni del cadente regime italiano, mentre sarebbe stata enfatizzata se fosse stata di segno opposto – è che l’agenzia di rating S&P non se l’è sentita questa volta di coartare la realtà ma ha dato un buon giudizio sulle prospettive dell’economia italiana, tanto che la Borsa di Milano stamattina ha aperto in forte rialzo.
A ulteriore conferma della fiducia degli investitori nel Governo Conte, nonostante l’azione mediatica, guastatrice e terroristica, degli italiani ‘che contano e pesano’, l’asta odierna dei BOT semestrali è stata collocata a un tasso inferiore rispetto a quello di settembre, in altre parole il costo dello Stato italiano per rifinanziare il debito è stato inferiore a quello del mese scorso, sintomo incontrovertibile di una accresciuta fiducia degli investitori.
E in effetti il Governo Conte è tutt’altro che isolato a livello internazionale, come piace, falsamente e ripetutamente dipingerlo dai giornaloni.
Settimane fa c’è stata la missione economica in Cina di Luigi Di Maio, coronata da successo sul piano dei risultati per le aziende italiane che operano nel paese asiatico.
Non son passati molti giorni da quando Bloomberg ha dato un buon giudizio, con qualche suggerimento correttivo, sulla Manovra economica del nostro Governo.
Prima ancora c’era stato l’apprezzamento di Putin per l’affidabilità dell’economia italiana.
Subito dopo sono arrivati i complimenti di Trump – che può piacere o no ma è pur sempre il Presidente in carica degli Stati Uniti destinato anche a rimanere per il secondo mandato – per la politica migratoria e soprattutto per la linea di politica economica adottata dal Governo 5Stelle-Lega presieduto da Giuseppe Conte.
Mentre quelli che combattono con violenza contro il nostro Governo a livello internazionale, i burocrati UE, Moscovici e Junker, stanno per lasciare tra qualche settimana la scena politica perché non verranno rieletti.
Il francese Macron nella sua patria è in caduta libera.
La Merkel nelle elezioni regionali svoltesi ieri in Assia, ha preso un’altra sonora batosta, portando alla disfatta il suo partito e trascinando anche la SPD, sua alleata di governo, verso una crisi che appare irreversibile.
E così la signora tedesca non ha potuto far altro che ammettere che il suo governo ha ‘perso credibilità’ e dichiarare apertamente che quello in corso è il ‘mio ultimo mandato da cancelliera, poi lascerò la politica’.
Gli anti-5Stelle stanno cadendo come birilli uno dopo l’altro in patria e all’estero.

16 commenti:

  1. RITORNIAMO ALLA BENEAMATA LIRA RIPORTANDO TUTTO DICO TUTTO ALLO STATO PRIMA DEL 2002,STIPENDI ACQUISTI ECC E VEDRETE COME RIPRENDIAMO LA NOSTRA ECONOMIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e quello che dico da sempre l'euro ci ha affossato grazie alla scelleratezza di chi era in carica in Italia meno male che le elezioni hanno perso altrimenti ora ci saremmo suicidati e tutto quello che sta succedendo ora staremo bene perchè questo governo non lecca nessuno

      Elimina
    2. Mi trovi pienamente d'accordo

      Elimina
    3. Sono stato io a scrivere questo commento da sconosciuti!

      Elimina
  2. Così ci fregano un altra volta, cambio 1 euro mille lire!!!!

    RispondiElimina
  3. perché in Italia non e stato fatto come in Germania Mille lire = 1 Euro???

    e tutto era risolto er mortatella non la fatto Inbecille !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lui ride e si prende il merito di aver svalutato la lira del 600% ed e quello che ha più colpe per essere entrati in una Europa didattoriale e oppressore di popoli la Grecia ne e l'esempio

      Elimina
    2. Quando penso a Prodi chiuso in un ufficio della Banca D'Italia, di notte con il Governatore, intenti a svalutare la Lira e spillare il nostro sangue, mi si attorcigliano le budella!
      Ma, ancora peggio, è il suo quotidiano, stomachevole persistere nel giudicare l'operato dell'attuale governo!
      Prodi si definisce statista ed economista:
      Se a ritroso verifichiamo il suo curriculum l'aggettivo più rispo dente è "Ingiustificabile incapace" e quindi da portare a giudizio!

      Elimina
  4. Svaluteranno la lira come hanno fatto con leuro

    RispondiElimina
  5. Moscovici e junker stanno per lasciare la scena politica perché non rieletti. La Merkel a fine mandato si ritirerà, causa batoste continui. Fuori dai coglioni questi vedremo cosa succede. Macron è in caduta libera... Meglio di così.....

    RispondiElimina
  6. Ma se torniamo alla lira e non ci piace rovinare quello che e' ormai stabilizzato si deve fare 1 Lira = 1 Euro. uscire senza dolori, poi quello che succede e' a discrezione dell'Italia tutta.

    RispondiElimina
  7. E comunque l'unione fa la forza, cambiare l'Europa si puo' basta togliere la supremazia alla Germania e alla Francia che guardano solo gli interessi personali.

    RispondiElimina
  8. Vivo in Germania e non e'assolutamente
    Vero che e' stato fatto il cambio su 1a1 ,di piu'ci hanno truffati e derubati nei prezzi e il governo non ha reagito in nessun modo.

    RispondiElimina
  9. ER MORTADELLA PRODI PER ENTRARE NELL'EURO HA SVALUTATOLA LIRA DEL 600X100% PRATICAMENTE AL CAMBIO £.1936,27 X 1€ PORTANDO I NS STIPENDI AL 50% MENTRE L'ACQUISTO DI UNA CASA DA 125.000.000 MILIONI DI £ A 250.000 EURO IL DOPPIO.

    RispondiElimina
  10. Tornare alla lira non e'facile si creerebbe uno sfacello economico, ma se una lira sara' uguale a un euro il trapasso sarebbe indolore. Dopodiche' riprendiamo in mano la nostra economia. Ma c'e' sempre il problema dazi e tasse su importazione Ed esportazione verso europa. Specialmente Francia e Spagna Che hanno merce come la nostra verrebbero avvantagiate.

    RispondiElimina