giovedì 7 maggio 2020

Cassa integrazione Sicilia, Musumeci “La colpa è mia e chiedo scusa”

Chiedo scusa ai lavoratori siciliani che stanno aspettando con ansia i soldi della cassa integrazione. Un’ansia legata al fatto che i quattrini servono per far fronte ad esigenze immediate. Abbiamo ricevuto centinaia di lettere di lavoratori e di figli dei lavoratori che manifestavano la loro ansia. Chiedo scusa per questi ritardi”.
Il presidente della Regione Nello Musumeci lo ha detto aprendo la conferenza stampa web insieme all’assessore regionale alla famiglia e Welfare Antonio Scavone sul caos cassa integrazione in deroga in Sicilia.

“Quando qualcosa non funziona la responsabilità è sempre del vertice e dunque me la prendo io in toto. Quando va bene il merito è di tanti, quando va male è del vertice”.Musumeci poi snocciola dati molto diversi da quelli comunicati dall’Inps “Abbiamo trattato 27.400 pratiche su un totale di 40mila pratiche totali – sostiene a fronte delle quasi 6000 comunicate dall’Inps – potremmo dire di essere oltre metà ma non è così. Il sistema informatico ha dei problemi e ci sono pratiche che tornano indietro perchè un codice fiscale è stato scritto poco prima o poco dopo rispetto all’area ad esso dedicata e il sistema rifiuta l’intera pratica”Perchè la Regione abbia un sistema informatico degno di tale nome ci vorranno 4 o 5 anni. Attualmente il sistema è inadeguato.Ricordate le enormi figuracce del governo precedente con i click day? Abbiamo avviato le procedure per dotarci di adeguati sistemi ma ci vorrà tempo”.Tornando alle responsabilità Musumeci poi conferma le dimissioni del direttore Vindigni “Era arrivato da qualche settimana e si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato ma quando le cose non vanno il direttore è responsabile ed ha fatto bene a dimettersi, Tornerà a dirigere l’Ufficio provinciale di Ragusa. Abbiamo nominato un direttore ad interim per gestire l’emergenza. Si tratta del ragioniere generale, l’avvocato Bologna che ha esperienza essendo stato alla guida di quel dipartimento per anni”.

10 commenti:

  1. Le sue scuse servono a ben poco. La cosa essenziale è che la Sicilia in qualcosa deve primeggiare e questo è uno dei campi più importanti. La gente che ha bisogno di questo sostegno, nella pentola non può mettere le scuse. Lui lo stipendio lo prende regolarmente.

    RispondiElimina
  2. Musumeci se ne esce con un semplice scusav. Purtroppo non sei all'altezza del tuo compito ,perché o sei un incapace , oppure rilasci guidare dal condannato Berlusconi. Comunque in tutti e due i casi sei un quaquaraqua!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si commenta e si critica qualcuno sarebbe opportuno avere il coraggio di mettere nome e cognome ma questo siete, dei vigliacchi che profittano in ogni occasione per denigrare chi ha il coraggio di metterci la faccia. Il Presidente Musumeci si è addossato una responsabilità che non gli compete ma, essendo il Presidente risponde non solo del personale ma anche delle attrezzature inadeguate anche se queste attrezzature provengono, se non vado errato, da una gestione capestre a nome Crocetta.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. lavorare correttamente è il dovere di ogni presidente di PROVINCIA

    RispondiElimina
  5. Avremmo preferito alle sue scuse che le domande fossero state compilate giorno e notte senza soste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo, il governo, vista l'attività farraginosa richiesta per l'espletamento delle pratiche di cassa integrazione in deroga, è stato sollecitato a che provvedesse alla semplificazione appunto per poter far fronte in breve tempo ad una massa di cassaintegrati mai registrata in Italia, undicimilioni. Il Governo di tutto si è preoccupato tranne che procedere per facilitare l'arrivo della grana in tasca ai cittadini. Ma ciò come ben si può vedere non succede solo per la cassa integrazione, infatti ancora ci sono titolari delle seicento euro di marzo che aspettano. Questo è pure colpa delle regioni?

      Elimina
  6. Avrebbe dovuto dirlo prima cioè quando in tv i politologi si gettavano contro conte per creare confusione nella popolazione.Vedi la meloni vedi sgarbi vedi renzi bedi il mojitista salvini e via dicendo

    RispondiElimina
  7. Quindi a questo punto quando hanno intenzione di rimettere tutto in regola???
    Ci sono persone che vivono solo con uno stipendio e hanno il coraggio di perdere ancora tempo???
    Fate qualcosa e SUBITO

    RispondiElimina
  8. Aspettiamo con pazienza, ma in ogni cosa c'è un limite...

    RispondiElimina