giovedì 7 maggio 2020

Taglio stipendio parlamentari, Di Maio: «Abbiamo fatto un appello a tutte le forze politiche, ma non è arrivata ancora nessuna risposta»

In questi giorni si sta tornando a parlare del taglio dello stipendio dei parlamentari.
Un gesto simbolico? Non solo, perché con le somme che si andrebbero a risparmiare avremmo la possibilità di aiutare persone in difficoltà, così come si potrebbe dare sostegno ai nostri ospedali, alle forze dell’ordine o alla Protezione Civile”.

Così il ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, in un post sulla propria pagina Facebook.

Faccio parte di un MoVimento che si taglia lo stipendio da sempre, ad oggi infatti oltre 110 milioni di euro sono stati restituiti e usati per aiutare i nostri cittadini. Proprio di recente abbiamo donato 3 milioni di euro alla Protezione Civile per l’acquisto di strumenti necessari alla terapia intensiva.
Abbiamo fatto un appello a tutte le forze politiche, ma non è arrivata ancora nessuna risposta. Ve lo dico con grande sincerità: gli italiani non si meritano questo silenzio.
Forza, serve coraggio, la politica italiana non perda questo treno, dimostri di essere davvero vicina ai cittadini”, ha concluso Di Maio.


2 commenti:

  1. Quando si tratta dei propri interessi non c'è altruismo che tenga anche del superfluo,specialmente nelle persone avide e piene di soldi

    RispondiElimina
  2. Certo che e' servito, il PD ha aumentato gli stipendi derubati alla povera gente che aspettava 600euro una tantum

    RispondiElimina