lunedì 1 giugno 2020

Giuseppe Conte si difende da tv e giornali, noi siamo la politica onesta del paese

Si attenua la pandemia, iniziano le inchieste su quel che è successo in questi tre mesi. Con la ripresa delle attività anche negli uffici giudiziari le Procure stanno aprendo fascicoli sui molti casi da chiarire, specie nella mancate zone rosse in Lombardia. E le indagini stanno arrivando a toccare il premier Giuseppe Conte, finora mai impensierito dalle procure, anzi indirettamente spalleggiato dalle richieste di processo arrivate contro il suo ex ministro ora avversario politico, Matteo Salvini. Da qualche giorno invece l'aria a Palazzo Chigi si è fatta pesante. Il dossier più delicato è quello che riguarda Nembro e Alzano, due dei paesi più colpiti dal Covid 19. La Procura di Bergamo ha aperto un'inchiesta per chiarire le responsabilità sulla decisione di non isolare le due cittadine come invece era successo nei casi di Codogno e Vo Euganeo. Il premier e i ministri più coinvolti in queste vicende hanno tenuto finora una linea molto chiara: la colpa è di Attilio Fontana e della Regione Lombardia. Peccato che i magistrati siano di diverso avviso. «Da quello che ci risulta» la decisione di istituire una zona rossa «è una decisione governativa» ha detto Maria Cristina Rota, procuratore facente funzione di Bergamo. Dunque, diversamente da quanto sostiene il dossier preparato dallo staff del presidente del Consiglio, la responsabilità va cercata nel governo.

Ed è lì che i pm stanno indirizzando le indagini. Secondo le indiscrezioni sarebbero pronti gli inviti a comparire come persone informate dei fatti per il premier Conte e i ministri Speranza (Salute) e Lamorgese (Interno). A quanto pare però non ci sono ancora decisioni in merito, l'altra ipotesi in campo è quella di trasferire il fascicolo alla Procura di Roma per competenza territoriale. Ma è evidente che in entrambi i casi una sfilata di ministri in un'ufficio giudiziario sarebbe un durissimo colpo all'immagine del governo, la certificazione della corresponsabilità (o forse di quella principale) nella mala gestione dei focolai di coronavirus al nord, finora scaricati addosso ai governatori, e in qualche caso anche ai singoli ospedali. Soprattutto per Conte, smettere i panni di presidente amico degli italiani nelle dirette Facebook, e indossare quelli più scomodi di «persona informata sui fatti» davanti ad un pm, sarebbe un problema. Per questo il premier è indaffarato a costruire la difesa. L'appiglio sarebbe una legge del 1978 (citata non a caso dal ministro Boccia) per cui anche le regioni possono istituire zone rosse. Peccato che, come ricorda un contro-dossier della Lega, sia stata proprio una circolare del governo dell'8 marzo a vietare espressamente alle Regioni di farlo.

Ma poi ci sono altre gravi lacune su cui qualche procura potrebbe accendere i fari: le mascherine mai fornite dallo Stato, i medici mandati allo sbaraglio senza protezioni, i decreti anticipati facendo scatenare il panico. La Corte dei conti, nel suo ultimo documento sullo stato della finanza pubblica, accusa direttamente il governo: «La mancanza di un efficace sistema di assistenza sul territorio ha lasciato la popolazione senza protezioni adeguate», si legge nella relazione, racconta il Tempo. Un'attenzione da parte di pm e magistrati contabili non certo piacevole per Conte. Se Salvini è stato accusato di sequestro di persona per le decisioni prese da ministro, quali accuse si potrebbe sollevare dopo un'epidemia da 33mila morti?


27 commenti:

  1. Articolo fazioso e tendente a mettere in cattiva luce il governo. Penoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe indicarmi i punti di forza di questo governo e le prospettive future cui auspica! Potrebbe spiegarmi la nozione di nuova normalità, ad esempio, il recovery fund, gli aiuti alle piccole e medie imprese, il mes senza condizioni... Mi illumini, se può!

      Elimina
    2. che articolo di m..... a ma questi cronisti conoscono le leggi oppure chi si sveglia prima al mattino rutta

      Elimina
    3. ma non siete convinti che siete dei vermi e merde e tutti voi siete la rovina dei italiani buffoni


      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Come con le responsabilità nella Lombardia, sono scivolosi anche in Europa...non è diverso !
      Estratto da un noto giornale finanziario che guarda a Conte in Europa :

      " Giuseppe Conte, da persona intelligente qual è, ha visto comparire la scritta game over dopo l’incontro tutt’altro che amichevole e disteso con Angela Merkel e ha caricato tutto sulla vicenda Autostrade, semplicemente per presentarsi con la testa dei Benetton su un piatto d’argento ai Cinque Stelle. I quali, incapaci come sono di cogliere la realtà e sprezzanti del livello di ridicolo in cui ormai proliferano, hanno immediatamente appeso al muro del consenso populista quel trofeo, incuranti della proclamazione del reale vincitore compiuta in tempo reale da Piazza Affari con il +25% di Atlantia. ". .... ancora sprezzanti ?

      Elimina
  2. Articolo inutile, c'è una legge a riguardo, che spetta prima alla Regione con i primi focolai,poi viste coinvolte anche le altre regioni può decidere il governo, ma a sempre più potere decisionali la regione.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Qua l'opposizione poco se ne frega dei morti, deve gettare solo fango su un governo diverso da quelli che ci sono stati per decine di anni dove tutti potevano fare i porci comodi. Il nemico da combattere sono Conte e i 5 stelle troppo scomodi per una mentalità liberista, tendente a pensare solo agli interessi di gruppi specifichi piuttosto che a quelli della gran parte della comunità-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo

      Elimina
    2. Mentalita' statalista e totalitaria di Conte e M5 s
      Favorente elite al potere
      Paralizzante tutto il sistema produttivo.....

      Elimina
    3. Lei sta forse sostenendo che questo governo è fuori da logiche liberiste? È una battuta, vero?

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  5. le stanno studiando tutte per sporcare l'immagine di Conte..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuore di mamma, stanno sporcano l'immagine del re Sole... Lo statista mancato, dovrebbe solo vergognarsi di come si sta comportando nei riguardi di chi a distanza di mesi, non riceve ancora un euro. Famiglie che non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena... Negozianti che non riescono ad alzare la saracinesca e chissà se lo faranno mai... Partite Iva che non ricevono ancora nulla, per non parlare di ciò che avverrà a Settembre con lo sbocco dei licenziamenti...Cortesemente ricordate akRe Sole la fine che ha fatto il suo predecessore...

      Elimina
  6. Questo Governo ha tenuto sempre la barra dritta nel contrastare la diffusione dell'epidemia.
    I guasti sono da addebitare alla forsennata privatizzazione di un servizio pubblico che deve tornare in capo al governo centrale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si
      Proprio come in Cina
      Addio liberta'
      Addio societa' da basso
      Addio sussidiarieta'

      Elimina
  7. La politica onesta?? A tutt'oggi niente di quello che avete promesso è andato a buon fine. Siete degli incapaci per eccellenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si discorre senza sapere neppure di cosa si parla. Come Salvini insomma.E se lo fa lui che è un ministro (e pure pagato da noi). Vergognatevi tutti,il primo governo che DAVVERO da i soldi a chi ha dovuto stare chiuso per COVID. Quanti governi vi hanno MAI versato qualcosa?

      Elimina
    2. Esatto "da", non "dà"!

      Elimina
  8. La politica onesta della Germania

    RispondiElimina
  9. Buongiorno,di tutto vi sento parlare,ma come mai nessuno parla delle deficienze del pd?

    RispondiElimina
  10. Buongiorno,di tutto vi sento parlare,ma come mai nessuno lamenta le deficienze del pd?

    RispondiElimina
  11. Quanto sia fazioso e di parte questo articolo, nessuno parla delle colpe del PD, della Lega per, per i danni prodotti dalla regionalizzazione della sanità, chiusura di diversi ospedali a favore di quella, privata, ha permesso di avere meno terapie intensive. La colpa di quelli che governano oggi che si sono trovati i disastrosi tagli fatti alla sanità e alla scuola a dover affrontare una situazione emergenza, e trovare una soluzione

    RispondiElimina
  12. Articolo fazioso fino ad essere penoso, pieno di inesattezze usate per piegare la verità alla menzogna

    RispondiElimina