venerdì 26 giugno 2020

Salvini contestato a Barletta: più che un bagno di folla un bagno di insulti

Secondo le versioni ufficiali è stato un bagno di folla. Alcuni video sui social raccontano un’altra storia. Salvini è stato accolto con fischi e insulti “ladro e scemo”.
Salvini ieri è arrivato a Barletta per il tour per le elezioni in Puglia. Secondo la versione del mainstream c’è stato un “bagno di folla per il leader della Lega, Matteo Salvini, a Barletta, dove all’esterno della stazione ferroviaria è stato accolto sulle note di “Vincerò” e da un centinaio di persone che lo hanno travolto con baci, abbracci e richieste di selfie alle quali Salvini non si è sottratto. Molti dei presenti non indossavano la mascherina nonostante il mancato rispetto della distanza di almeno un metro. Lo stesso Salvini aveva spesso la mascherina abbassata sotto il mento”: così recita l’Ansa. Ma alcuni video sui social raccontano un’altra storia. Salvini è stato accolto con fischi e insulti “ladro e scemo”. I contestatori sono stati tenuti lontani. 
Il Capitano non sembra essersene preoccupato più di tanto e ha parlato soprattutto della campagna elettorale: “Io sono contento che la Lega sia forza protagonista in tanti comuni pugliesi, penso ad Andria, Corato, Ceglie Messapica. Siamo pronti. La Lega non ha mai avuto un consigliere regionale e adesso queste piazze ci dicono che c’e’ voglia di lavoro, di sicurezza, di famiglia, c’e’ voglia di Lega”. 

1 commento: