venerdì 26 giugno 2020

VITALIZI, SALVINI E LA LEGA SONO STATI SPUTTANATI. GUARDATE COSA ABBIAMO SCOPERTO.

«Oggi voglio spiegarvi perché il voto contrario di ieri della Lega è solo di facciata. La Commissione Contenziosa del Senato è presieduta dal Senatore Caliendo di Forza Italia e si compone di altri quattro membri titolari. Due di essi non sono parlamentari e furono scelti dalla Presidente Casellati sulla base delle competenze giuridiche; gli altri due sono il Senatore Pillon (Lega) e la senatrice Alessandra Riccardi (ex M5S, da tre giorni passata alla Lega). La votazione, fatta di notte, è terminata con tre voti a favore dell’annullamento della delibera con la quale furono ricalcolati – e quindi drasticamente ridotti – i vitalizi (ovvero Caliendo e i due membri laici) e due voti contrari (Pillon e Riccardi). Ma la Lega se avesse voluto avrebbe potuto fermare tutto! Come? Come stavamo facendo noi, arrivando cioè ogni volta – prima della votazione – alle dimissioni del nostro membro all’interno della Commissione Contenziosa. Infatti quando si dimette uno dei membri di quella Commissione non è possibile deliberare e occorre ripristinare il numero dei componenti, designando un senatore della medesima forza politica del parlamentare dimesso».Così il deputato del Movimento 5 Stelle, Cosimo Adelizzi, in un post sulla sua pagina Facebook.«La volta scorsa, ricorderete, per il MoVimento 5 Stelle ne faceva parte la senatrice Elvira Lucia Evangelista, la quale si dimise impedendo di fatto ogni deliberazione e facendo ripartire dall’inizio tutto il procedimento che poi porta alla votazione finale. Al suo posto, sempre per il M5S, entrò Alessandra Riccardi, la quale ieri avrebbe dovuto dimettersi a sua volta dalla Commissione e far subentrare un altro senatore, e così via fino a fine legislatura. Ma guarda caso, tre giorni fa, la Riccardi invece di dimettersi è passata alla Lega. Una strana coincidenza, vero? Dopo il suo cambio di casacca noi, come M5S, non abbiamo più componenti titolari in quella Commissione», ha scritto ancora Adelizzi.«Quindi è palese che se voleva la Lega poteva fermare questa intollerabile vergogna, facendo dimettere dalla Commissione Contenziosa la senatrice Riccardi o il senatore Pillon, ma nessuno dei due si è dimesso! Però furbescamente Salvini & C. possono dire di non aver votato a favore, facendo credere che sono dalla parte dei cittadini. Non vi sentiti presi in giro? Io sì, e insieme ai miei colleghi farò di tutto per provare a togliere loro nuovamente questo odioso privilegio», ha concluso Adelizzi.

Nessun commento:

Posta un commento