giovedì 2 luglio 2020

Il premier Conte: "La mancata alleanza tra Pd e M5S alle Regionali sarebbe una sconfitta per tutti"

Possibile non trovare un momento di sintesi agli appuntamenti regionali? Sarebbe una sconfitta per tutti, anche per me, se non si trova un modo per fare un passo avanti. Basterebbe mettere da parte le singole premure”. Così il premier Giuseppe Conte sulle mancate alleanze tra i partiti di governo alle regionali. 

″È il momento del coraggio: l’Italia non è disposta a fare passi indietro. Non possiamo concederci di mancare questo appuntamento storico per l’Italia. Tutti dobbiamo osare. Non possiamo accettare il principio per cui non facciamo per paura di infiltrazioni”, ha proseguito il premier a proposito del Dl Semplificazioni. 

Quanto al dialogo con le opposizioni, Conte ha detto che “Forza Italia è la forza politica più responsabile e dialogante”.“Possibile non trovare un momento di sintesi agli appuntamenti regionali? Sarebbe una sconfitta per tutti, anche per me, se non si trova un modo per fare un passo avanti. Basterebbe mettere da parte le singole premure”. Così il premier Giuseppe Conte sulle mancate alleanze tra i partiti di governo alle regionali. 

″È il momento del coraggio: l’Italia non è disposta a fare passi indietro. Non possiamo concederci di mancare questo appuntamento storico per l’Italia. Tutti dobbiamo osare. Non possiamo accettare il principio per cui non facciamo per paura di infiltrazioni”, ha proseguito il premier a proposito del Dl Semplificazioni. 

Quanto al dialogo con le opposizioni, Conte ha detto che “Forza Italia è la forza politica più responsabile e dialogante”.

Il premier Conte ha poi risposto al premier olandese Mark Rutte che oggi, in una intervista al Corriere della Sera, ha detto che l’Italia “deve farcela da sola”:  “L’Italia ce la farà da sola”, ha risposto Conte. Infine sul Mes:  “Anche sul Mes è legittimo in questo momento aprire un dibattito pubblico e esprimere varie sensibilità. Ci sarà un momento in cui avremo completato il negoziato europeo - per ora parliamo astrattamente di tutto - e quando lo avremo completato formuleremo tutte le valutazioni, lo faremo in trasparenza e a quel punto dovremo valutare le posizioni di tutti”. 

“Piena convergenza con Zingaretti sul decreto semplificazioni da portare presto in Cdm. La pensiamo allo stesso modo: bisogna correre”, ha detto Conte dopo l’incontro con il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

Nessun commento:

Posta un commento