mercoledì 22 luglio 2020

Vince la linea dell’Italia

L’accordo sul Recovery Fund segna un passaggio cruciale nella politica delle istituzioni comunitarie. Vince la linea dell’Italia che si è battuta per una risposta all’altezza delle sfide che abbiamo di fronte. Un risultato straordinario ottenuto grazie alla fermezza del Presidente Conte che rappresenta una svolta storica per l’Europa».

Con l’intesa raggiunta dal Consiglio straordinario europeo sul Recoveru Fund da 750 miliardi le istanze di crescita e solidarietà prevalgono su austerità ed egoismi all’interno dell’Ue. È un cambio di prospettiva che tutela gli interessi del nostro Paese ma anche le stesse prospettive future dell’Europa. L’impegno dell’Italia è stato determinante per il buon esito del negoziato che apre una nuova fase», ha spiegato Fraccaro.

«Con le dotazioni del bilancio pluriennale le risorse complessive stanziate ammontano a 1.800 miliardi di euro, un piano ambizioso e adeguato ad affrontare la crisi che ha investito tutti i Paesi. L’Italia in particolare, con 209 miliardi di euro dal Recovey Fund e 36 miliardi in più rispetto alla proposta iniziale, ottiene uno stanziamento estremamente corposo che consentirà di rilanciare l’economia, modernizzare il sistema-Paese e favorire la transizione ecologica. Un’opportunità senza precedenti che ci consentirà non solo di affrontare l’emergenza ma anche di progettare la ripartenza dell’Italia all’insegna della crescita sostenibile», ha concluso.

Nessun commento:

Posta un commento